1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

Newsletter della Madonna di Fatima: giugno 2010

Questa newsletter viene spedita a tutti gli utenti registrati e a tutte le persone interessate al Messaggio della Madonna di Fatima e all'opera dell'Apostolato della Madonna di Fatima. Se desiderate venire rimossi dalla lista, vi preghiamo di farcelo sapere. Inviateci una e-mail di risposta alla nostra casella e-mail con l'oggetto "unsubscribe" e rispetteremo prontamente la vostra richiesta..

Comunicato Stampa Speciale

28 giugno 2010

La Verità sul Terzo Segreto è ormai di dominio
pubblico — e sui canali televisivi nazionali!

Nel maggio di quest'anno abbiamo organizzato a Roma la conferenza The Fatima Challenge, un simposio al quale sono intervenuti i massimi esperti mondiali su Fatima con l'obiettivo di raccogliere tutti i fatti e le controversie su Fatima, per porle all'attenzione della stampa e del Vaticano. Fatima è diventata una notizia ripresa dagli organi di stampa di tutt'Italia.

Abbiamo avuto un successo che è andato oltre le nostre più rosee aspettative, ma l'impatto del The Fatima Challenge non finisce qui. La verità sta avendo una grancassa sempre più forte, in Italia, e sta trovando spazio anche sui canali d'informazione televisivi nazionali. Su Rete 4, il 23 giugno è infatti andata in onda una puntata di Top Secret interamente dedicata ai misteri di Fatima, intitolata "I Segreti di Fatima".

Ormai nessuno deve avere più paura di essere definito un visionario o un "fatimita" solo perchè afferma l'ovvio, e cioè che esistono notevoli contraddizioni nella posizione "ufficiale" del Vaticano sul Terzo Segreto e sul Messaggio di Fatima in generale.

Il noto vaticanista Andrea Tornielli, durante la trasmissione, ha affermato proprio ciò che la nostra organizzazione ripete da tempo: esiste un testo nascosto del Terzo Segreto, un "allegato" che non sarebbe mai stato mostrato al pubblico. Tornielli ha anche ammesso che esiste una certa incongruenza tra la visione di un Papa che viene ucciso da un gruppo di soldati e la pretesa interpretazione del Vaticano, che vedrebbe in quelle immagini la rappresentazione del fallito attentato del 1981.

Durante la stessa puntata sono stati mostrati diversi interventi di Padre Nicholas Gruner, a capo di questo apostolato negli ultimi 33 anni e artefice della conferenza The Fatima Challenge.

Roma ha effettivamente ascoltato, e così il Papa. Adesso, è tutta l'Italia ad ascoltare.

La settimana successiva alla Conferenza, Papa Benedetto XVI ha effettivamente confermato ciò che è stato detto durante la conferenza e ciò che questo apostolato ha ripetuto con forza negli ultimi anni: Il Terzo Segreto non riguarda il passato, ma ciò che sta accadendo adesso e ciò che accadrà nel futuro.

"Si illuderebbe, chi pensasse che la missione profetica di Fatima sia conclusa".

Sono state queste le parole pronunziate dal Santo Padre Benedetto XVI dinanzi a 50.000 fedeli a Fatima, e grazie ad esse il Papa non si è semplicemente schierato con i "Fatimiti" - termine un tempo usato con disprezzo - ha anche finalmente sdoganato le nostre posizioni nei confronti della stampa mondiale.

Molti Cattolici e giornalisti Italiani sono concordi oramai nel ritenere che il testo del Terzo Segreto non sia stato rivelato integralmente. Stanno citando costantemente le prove che abbiamo riprodotto nelle nostre pubblicazioni, durante il corso degli ultimi anni, come quelle contenute in particolare nei libri La Battaglia Finale del DiavoloeIl Segreto ancora nascosto. Stanno inoltre citando le recenti affermazioni del Santo Padre, secondo il quale gli eventi predetti nel Terzo Segreto riguardano la sofferenza della Chiesa per colpa dei peccati dei suoi stessi membri, sofferenze che sono purtroppo d'attualità assoluta, come nel caso dello scandalo della Pedofilia. Il Papa ha affermato che le "realtà" predette dal'Terzo Segreto si "sviluppano", e che sono "terrificanti".

Quindi, è ormai ovvio che il Santo Padre Benedetto XVI rifiuta - in quanto falsa - la teoria portata avanti con tracotanza dal suo stesso Segretario di Stato, il Cardinale Tarcisio Bertone, secondo il quale Fatima apparterrebbe al passato.

Anche la stampa si è ormai messa contro Bertone. Durante la puntata diTop Secret, Tornielli ha affermato proprio ciò che hanno detto Padre Gruner, Christopher Ferrara e altri esperti di Fatima durante la nostra conferenza: e cioè che il Cardinale Bertone non ha mai mostrato la busta contenente il testo nascosto del Terzo Segreto (la famosa "busta Capovilla").

Come lo sappiamo? Perchè l'Arcivescovo Capovilla, ex segretario particolare di Papa Giovanni XXIII e tuttora in vita, ha confermato di aver scritto sulla busta - secondo le istruzioni impartitegli da Papa Giovanni XXIII - i nomi di coloro che avevano letto il Segreto, nonchè la decisione del Papa di lasciare la decisione sul Segreto ai suoi successori. Il Cardinale Bertone ha mostrato ciò che ha affermato essere la busta contenente "l'autentico" Terzo Segreto. L'ha fatto durante una puntata diPorta a Porta, nel 2007, ma in quell'occasione, la busta mostrata alle telecamere non conteneva alcuna scrittura, tranne la frase di Suor Lucia con "l'ordine espresso della Madonna" affinchè la busta non venisse aperta prima del 1960.

Durante la conferenza The Fatima Challenge abbiamo potuto chiedere a Giuseppe de Carli, giornalista e co-autore del libro del Cardinale Bertone, cosa pensasse di questa discrepanza. Tuttavia, De Carli non ha saputo offrire alcuna risposta, cercando di sminuire il problema con una battuta, e cioè che "Fatima non è una questione di buste". Ma la verità è venuta fuori, e proprio su un canale nazionale televisivo: Bertone è stato men che onesto. In effetti, il Cardinale ha ingannato i fedeli in modo deliberato e su una questione di gravità assoluta: le parole pronunciate dalla Madonna di Fatima!

Come se stesse citando un discorso della conferenza The Fatima Challenge, Tornielli ha affermato che la discrepanza relativa alla "busta Capovilla" è un indizio dell'esistenza di un testo mancante, "un allegato" alla visione rivelata dal Vaticano nel giugno 2000.

Ma durante la puntata di Top Secret si è andati oltre: lo stesso Claudio Brachino, conduttore della trasmissione, ha fatto notare — come da sempre fa questo apostolato — che il testo mancante deve essere una continuazione della frase "In Portogallo si conserverà sempre il dogma della Fede". I giornalisti presenti in trasmissione hanno dovuto infatti convenire che la Madonna non poteva aver concluso la Sua rivelazione a Suor Lucia con un semplice "eccetera", e hanno riflettuto sul fatto che l'opuscolo Il Messaggio di Fatima, pubblicato dal Vaticano nel 2000 e contenente la visione, ha inesplicabilmente e incredibilmente evitato di fornire spiegazioni su questo punto cruciale.

Anche Alessandro Banfi, co-direttore di Videonews ed ex direttore del quotidiano Il Sabato, ha affermato che secondo la sua opinione deve esserci un testo mancante del Terzo Segreto, una versione "più ampia e contenente la spiegazione al Segreto", che sarebbe in mano al Santo Padre e che non sarebbe quella contenuta negli archivi del Sant'Uffizio. Anche Banfi ritiene che l'interpretazione data da Sodano della visione del Vescovo vestito di bianco non sia ricollegabile affatto all'attentato del 1981, e che questa costituirebbe una grave contraddizione.

Come hanno giustamente indicato Claudio Brachino e Antonio Socci, autore de Il Quarto Segreto di Fatima (quest'ultimo dal suo famoso blog), il Papa è attualmente impegnato in un grande "progetto verità" riguardo al Terzo Segreto. E ora il Santo Padre ha finalmente trovato degli alleati, nella stampa nazionale, pronti a seguire la sua guida.

Vi terremo costantemente informati sugli sviluppi sempre più importanti del Fatima Challenge e delle parole del Papa. Per ora, vi chiediamo di unirvi a noi nel ringraziare la Madonna per aver benedetto così cospicuamente i nostri sforzi e nel pregare con costanza. Il Suo Trionfo deve essere molto vicino!