1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

L’Apparizione di Tuy (1929)


Nel 1926, Suor Lucia lasciò il convento di Pontevedra per entrare nel noviziato Doroteo a Tuy, una cittadina Spagnola vicino Pontevedra. Ella ricevette l’abito il 26 ottobre 1926, e pronunciò i suoi primi voti il 3 ottobre 1928. Fu li a Tuy che si mantenne la promessa della Madonna contenuta nel Segreto del 13 luglio 1917: “Verrò a chiedere la consacrazione della Russia…”

Suor Lucia descrive così quel messaggio:

(13 giugno 1929). Avevo richiesto ed ottenuto il permesso da parte dei miei superiori e del mio confessore di compiere un ora santa tra le 11 della sera e la mezzanotte a cavallo tra il giovedì ed il venerdì di ogni settimana.

Trovandomi da sola, una notte, mi inginocchiai vicino alla ringhiera dove si riceveva la Comunione, nel mezzo della cappella, per recitare le preghiere dell’Angelo, prostrandomi al tempo stesso… sentendomi stanca, mi alzai e continuai a recitarle, tenendo le mie braccia a forma di croce. L’unica luce proveniva da una lampada [del santuario].

Improvvisamente, tutta la cappella si illuminò di una luce soprannaturale, e sull'altare apparve una Croce di luce che arrivava fino al tetto. In una luce più chiara, nella parte superiore della Croce, si vedeva un volto di uomo con il corpo fino alla cintola [l'eterno Padre], sul petto una colomba di luce, e inchiodato sulla croce il corpo di un altro uomo. Un poco sotto la cintola, sospesi nell'aria si vedevano un calice e una grande Ostia sulla quale cadevano alcune gocce di sangue che scorrevano sul volto del Crocifisso e da una ferita del costato. Scivolando sull'Ostia, queste gocce cadevano nel calice.

Sotto il braccio destro della croce stava la Madonna (era la Madonna di Fatima con il Suo Cuore Immacolato nella mano sinistra, senza spada né rose, ma con una corona di spine e fiamme)... Sotto il braccio sinistro [della croce] alcune grandi lettere, come fossero di acqua cristallina che scorreva sull'altare, formavano queste parole: "Grazia e Misericordia. Compresi che mi veniva mostrato il mistero della Santissima Trinità, e ricevetti su questo mistero lumi che non mi è permesso rivelare.

Quindi la Madonna mi disse: "E giunto il momento in cui Dio chiede che il Santo Padre faccia, in unione con tutti i vescovi del mondo, la consacrazione della Russia al Mio Cuore Immacolato, promettendo in questo modo di salvarla. Sono tante le anime che la Giustizia di Dio condanna per peccati commessi contro di Me, e perciò vengo a chiedere riparazione: sacrificati con questa intenzione e prega.”

Raccontai l’accaduto al mio confessore, il quale mi ordinò di mettere per iscritto ciò che Nostro Signore voleva che fosse fatto.

La richiesta di Tuy si distingueva specificatamente per il ruolo che i Vescovi della Chiesa, e soprattutto il Santo Padre, avrebbero avuto nel piano di Dio per la pace. I fedeli erano stati istruiti al loro dovere di preghiera e sacrificio dalle apparizioni di Fatima. A Tuy, tuttavia, venne data al Papa la responsabilità primaria per la pace futura: “Dio chiede che il Santo Padre faccia…” Nel 1917 il Santo Padre aveva chiesto alla Beata Vergine Maria di ottenere la pace nel mondo, ed Ella, da buona madre, aveva rapidamente acconsentito, ma a condizione che il Santo Padre e la Chiesa cooperassero fedelmente al Suo piano.