1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

L’Approvazione da parte dei Vescovi (1930)


Le autorità ecclesiastiche rimasero in riserbo, come è prassi prudente nella Chiesa in tali circostanze, durante i cinque anni che seguirono alle apparizioni di Fatima. Eppure, malgrado il silenzio, le folle che giungevano in pellegrinaggio alla Cova da Iria rimanevano costanti. Due anni dopo l’apparizione, Don Jose Alves Correia da Silva, Vescovo della Diocesi di Leiria-Fatima, nominò una commissione per studiare il caso ed iniziare le indagini canoniche ufficiali. Nel frattempo, i vescovi del Portogallo e di tutti i suoi possedimenti oltremare, stavano compiendo propri pellegrinaggi personali presso il luogo visitato dalla Madonna. Infine, nell’ottobre del 1930, il Vescovo da Silva annunciò i risultati dell’indagine, in una lettera pastorale sulle apparizioni, che conteneva questi importanti paragrafi:

In virtù delle considerazioni messe a conoscenza, e di altre che omettiamo per ragione di-brevità; invocando umilmente lo Spirito Santo e ponendoci noi stessi sotto la protezione della Beata Vergine Maria, e dopo aver ascoltato le opinioni dei nostri Rev. Consiglieri in questa diocesi, noi pertanto:

  1. – Dichiariamo degne di credenza, le visioni dei bambini pastori della Cova da Iria, avvenute nella parrocchia di Fatima, in questa diocesi, dal 13 maggio al 13 ottobre 1917.
  2. – Permettiamo ufficialmente il culto della Madonna di Fatima.

  3. Da quel momento, dopo l’approvazione ufficiale, intere folle di pellegrini giunsero alla Cova da Iria da tutte le parti del mondo, portando al Portogallo un’immensa messe di grazie che avrebbero confermato l’arrivo di una nuova era, resa possibile unicamente dalla Madre di Dio, Mediatrice di tutte le Grazie.