1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network


Papa Benedetto XV chiede
la Pace nel Mondo  
(5 maggio 1917)


Nel 1917 la Prima Guerra Mondiale stava infuriando da diversi anni ormai, senza mostrare alcun segno di una imminente e pacifica conclusione. In quel periodo il Santo Padre, Papa Benedetto XV, che aveva lavorato presso il servizio diplomatico del Vaticano, aveva dato fondo a tutti i mezzi naturali in suo potere per portare la pace, senza ottenere alcun risultato. Riconoscendo i poteri limitati dell’uomo, persino per un Papa e la sua diplomazia, il fragile e stanco pontefice si rivolse alla Beata Madre di Dio, per mezzo della Quale tutte le grazie vengono dispensate. Egli chiese urgentemente a tutti i Cristiani di implorare la Beata Vergine Maria per ottenere la pace nel mondo, e di affidare questo compito solenne a Lei solamente.

Il Papa scrisse questa supplica per la pace, in una lettera datata 5 maggio 1917:

“La nostra sincera voce implorante, che invocava la fine del vasto conflitto e del suicidio dell’Europa civilizzata, è stata allora, ed è rimasta tuttora, inascoltata. Davvero ci è parso che l’oscura marea dell’odio stesse ergendosi più alta ed estesa che mai tra le nazioni in guerra, e travolgesse con se altri paesi lungo il suo tremendo passaggio, moltiplicando rovina e massacri. Ciò non ostante la Nostra fiducia non è diminuita… Poiché tutte le grazie che Il Signore ha concesso ai poveri figli di Adamo, per amoroso disegno della Sua Divina Provvidenza, vengono dispensate dalle mani della Santissima Vergine, noi desideriamo che la supplica dei Suoi figli più afflitti, più che mai in questa terribile ora, possa volgersi con fiducia all’augusta Madre di Dio”.1

Egli voleva che il mondo ricorresse al Cuore di Gesù per mezzo della mediazione di Maria, ed ordinò che l’invocazione Regina della Pace, prega per noi, fosse aggiunta permanentemente nella Litania di Loreto. Infine, affidando con fiducia la pace del mondo nelle Sue mani, il Papa fece un altro appello:

A Maria, che è Madre di Misericordia ed onnipotente per grazia, fa che si levi un appello amoroso e devoto da tutti gli angoli della terra – dai nobili templi alle più piccole cappelle, dai palazzi reali e le magioni dei facoltosi alle capanne più povere – dalle pianure e dai mari coperti di sangue. Che esso porti a Lei il lamento angosciato delle madri e delle mogli, i pianti dei piccoli innocenti, i sospiri di tutti i cuori generosi: Che la Sua più tenera e benigna sollecitudine possa muoversi a compassione e che la pace che chiediamo per il nostro mondo concitato, possa infine essere ottenuta.2

La Beata Madre rispose assai velocemente alla supplica agonizzante del Papa e dei fedeli Cristiani. Solo otto giorni dopo, la Vergine Maria apparve a Fatima, in risposta ai lamenti giunti a Lei da un mondo devastato. Ella venne per dimostrarci il Suo amore materno verso di noi, e per farci capire che, in quanto Mediatrice di tutte le Grazie, solo Lei poteva mostrarci la via verso la pace. Por poter garantire tale favore, tuttavia, la Madonna richiede la nostra cooperazione. Ella vuole che ciascuno di noi obbedisca alle Sue richieste di preghiera e penitenza, e che il Papa ed i vescovi obbediscano alla Sua richiesta per la Consacrazione della Russia.

Mentre la Beata Vergine Maria rispondeva al Santo Padre, solo otto giorni dopo il suo appello ad Ella, la Vergine sta ancora aspettando la preghiera e la penitenza dell’umanità, così come il compimento della Consacrazione collegiale della Russia. Quanto è triste che in così tanti anni le Sue semplici richieste non siano ancora state esaudite pienamente.


Nota:

1. Rope, Henry E.G., Benedict, the Pope of Peace, (Londra, 1941), pp. 104-105.

2. Walsh, William Thomas, Our Lady of Fatima, (New York, 1947, 1954), p. 49.