1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

Il Segreto in Tre Parti:

La Terza Parte

Contesto

Nelle sue Quarte Memorie (datate 8 dicembre 1941), Suor Lucia copiò le prime due parti del Segreto di Fatima, parola per parola, incluso ciò che sembrava essere la conclusione dell’intero Segreto:

Infine il Mio Cuore Immacolato trionferà. Il Santo Padre Mi consacrerà la Russia che si convertirà, e sarà concesso al mondo qualche tempo di pace.

Testo Parziale del Terzo Segreto

Suor Lucia aggiunse immediatamente il testo seguente, nelle sue Quarte Memorie:

In Portogallo si conserverà sempre il dogma della Fede, ecc.

Commento

Gli studiosi di Fatima sono sempre stati unanimi nel considerare che questa frase fosse l’inizio della terza parte del Segreto, e che la parola “ecc.” scritta da Suor Lucia, indicasse il proseguimento delle parole pronunciate dalla Madonna e che fanno parte del Terzo Segreto.

Va fatto notare che subito dopo le parole “In Portogallo si conserverà sempre il dogma della Fede, ecc.”, la Madonna disse a Suor Lucia: “Non dire a nessuno quello che ti ho detto. Si, puoi dirlo a Francesco”. “Quello” che può essere detto a Francesco si riferisce all’ultima cosa detta durante la visione. Se fosse stata solo una visione, senza una spiegazione, allora a Francesco non sarebbe stato necessario dire niente, perché l’avrebbe già vista da se. Ma se “quello” si riferisce alle altre parole della Vergine come spiegazione della visione, allora queste ultime avrebbero essere ripetute a Francesco poiché, come sappiamo egli non poteva udire la Madonna durante le apparizioni di Fatima. Francesco vedeva ma non potevaudire, e quindi avrebbe dovuto essere informato di ciò che la Madonna aveva detto riguardo alla visione.

Non si può affermare inoltre che quel “puoi dirlo a Francesco” si riferisca meramente alle parole che la Madonna aveva pronunciato nella Seconda parte del Segreto. La frase “Non dirlo a nessuno. Si, puoi dirlo a Francesco” segue immediatamente le parole: “In Portogallo, il dogma della fede si conserverà sempre, ecc.”1 E’ chiaro, quindi, che quel “ecc.” indichi le parole, non ancora messe per iscritto, che Suor Lucia poteva dire a Francesco, verbalmente. Quelle parole appartengono chiaramente al Terzo Segreto, che fu finalmente messo per iscritto nel 1944, seguendo gli ordini del Vescovo di Fatima.

La versione del Terzo Segreto, 
pubblicata dal Vaticano il 26 giugno 2000

Il 26 giugno 2000 il Vaticano ha pubblicato ciò che esso afferma essere la “terza parte” del Segreto di Fatima, consegnata dalla Madonna ai tre pastorelli il 13 luglio 1917; ma questo testo non contiene alcuna parola della Madonna che faccia seguito a quel “ecc.”. Il testo pubblicato dal Vaticano è il seguente:

Dopo le due parti che già ho esposto, abbiamo visto al lato sinistro di Nostra Signora un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra verso di lui: l'Angelo indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse:PenitenzaPenitenzaPenitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: “qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio quando vi passano davanti” un Vescovo vestito di Bianco “abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre”. Vari altri Vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c'era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse di sughero con la corteccia; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c'erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio.2

Commento

Vi sono molte ragioni per affermare che il testo su riportato non possa essere l’intero Terzo Segreto. In primo luogo, vi sono prove evidenti che questo testo faccia parte, al massimo, dei quaderni di Suor Lucia, e non della lettera di 25 righe nella quale Suor Lucia trascrisse le parole della Madonna. Per una comparazione tra il presunto Terzo Segreto pubblicato il 26 giugno 2000 ed il testo del Terzo Segreto che è stato riportato da molti testimoni, vedi il Capitolo 12 deLa Battaglia Finale del Diavolo. Nel Capitolo 13 de La Battaglia Finale del Diavolo, troverete anche la testimonianza di cosa contenga effettivamente il testo, resa da coloro che hanno letto o studiato approfonditamente il Terzo Segreto.

Un anno e mezzo dopo la pubblicazione del presunto Terzo Segreto, mons. Tarcisio Bertone (ora Cardinale), Segretario per la Congregazione per la Dottrina della Fede e co-autore del commento alla visione che fu pubblicato il 26 giugno 2000, condusse un’intervista a Suor Lucia. Questa “intervista” del 17 novembre 2001, consiste in nient’altro che un rapporto, in italiano, fatto da Bertone su ciò che Suor Lucia avrebbe detto in Portoghese. Secondo Bertone, Suor Lucia affermò che la consacrazione del mondo effettuata nel 1984 era stata “accettata dal Cielo” (ma ella non disse a quale fine), e che “tutto era stato pubblicato.”

L’ “Intervista”, che Bertone afferma essere durata per due ore, contiene solamente 44 parole che provengono apparentemente dalla bocca di Suor Lucia, riguardanti gli argomenti controversi (la consacrazione della Russia ed il Terzo Segreto). Non è mai stata resa disponibile alcuna trascrizione o registrazione neutrale dell’“Intervista”, rendendo impossibile determinare cosa abbia detto realmente Suor Lucia durante le presunte due ore di interrogatorio, né l’esatto contesto di quelle 44 parole che avrebbe pronunciato durante quelle due ore non registrate. [Le numerose circostanze sospette di questa “Intervista” segreta, vengono analizzate nel capitolo 14 de La Battaglia Finale del Diavolo, intitolato: “Fateci ascoltare la testimone, in nome del Cielo!].


Articoli collegati:

• La Farsa del 26 giugno 2000
• La Battaglia Finale del Diavolo 

Note: 

  1. Padre Fabrice Delestre, Fraternità Sacerdotale San Pio X ,  “26 giugno 2000: Rivelazione del Terzo Segreto o una Rivelazione monca” SSPX Asia Newsletter, Luglio-Agosto  2000, p. 24.


  2. “La Terza Parte del Segreto” di Suor Lucia, ne Il Messaggio di Fatima, dell’ Arcivescovo Tarcisio Bertone, S.D.B., e Joseph Cardinale Ratzinger, 26 giugno 2000, p. 21.