1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

Gli eventi attuali
alla luce di Fatima

E’ fondamentale comprendere che, anche se gli eventi attuali non ci sembrano conformi al contenuto del Messaggio di Fatima, non per questo dovremmo rifiutare Fatima. Al contrario, dovremmo ripensare ai punti di vista che ci sono stati inculcati dai mass media e dai politici. Come disse San Paolo ai Cristiani, dobbiamo “abbattere le fortezze, distruggendo i ragionamenti e ogni baluardo che si leva contro la conoscenza di Dio” (Seconda lettera ai Cor. 10:5).

La Madonna è giunta a Fatima non per un proprio beneficio, ma per noi. Iddio L’ha inviata per via del Suo grande amore per la gente dei nostri tempi. La Madonna ci ha detto che se le Sue richieste non fossero state esaudite, gli errori della Russia si sarebbero diffusi in tutto il mondo, causando guerre, carestie e persecuzioni contro la Chiesa ed il Santo Padre. Il Signore ha dato istruzioni alla Madonna di darci questo Messaggio. Suor Lucia ha spiegato a Padre Fuentes: “La Beata Vergine disse ai miei cugini ed a me che molte nazioni scompariranno dalla faccia della terra, che la Russia sarà lo strumento di castigo scelto dal Cielo per punire il mondo intero se, prima di allora, non avremo ottenuto la conversione di quella povera nazione…” Può sembrare che, attualmente, la Russia non rappresenti più una minaccia per noi, che sia un paese debole. Tuttavia, se scaviamo più in profondità, scopriremo che gli errori della Russia si stanno diffondendo sempre di più, e che attualmente la Russia è molto più forte degli Stati Uniti, in realtà.

La dottrina di Sun-Tsu

Anatoliy Golitsyn è stato un ufficiale del KGB, e membro del suo comitato direttivo trentennale nel 1958, prima di rifugiarsi negli Stati Uniti nel 1961. Nel 1984 egli ha scritto un libro intitolato New Lies for old, in cui ha previsto 148 avvenimenti riguardanti la Russia ed il Comunismo. Trascorsi 10 anni dal suo libro, 139 delle sue 148 previsioni si sono avverate, inclusa la caduta del Muro di Berlino. Si tratta di una percentuale di successo del 94%, meglio di qualsiasi servizio di intelligence al mondo. Golitsyn non è un profeta; semplicemente sa quali sono le strategie ed i punti di forza della Russia. (Vedi l’articolo: “Communism Alive and Menacing, KGB Defector Claims” di Cornelia Ferreira, nel numero di marzo 1996 del Catholic Family News.)

Nel suo libro, egli spiega che la Russia basa la propria dottrina militare su quella di Sun-Tsu, un leader militare Cinese di 2500 anni fa. Sun-Tsu credeva che l’arte della guerra si basasse sull’inganno: se sei debole, devi agire come se fossi forte; e se sei forte, devi agire come se fossi debole. Tuttavia, se scegli quest’ultima strategia, devi essere forte sul serio per portarla avanti.

Le lezioni di Troia e Cartagine

La dottrina di Sun-Tsu si è dimostrata vincente, nel corso della storia. Troia fu distrutta con la stessa tattica d’inganno. La Grecia aveva assediato Troia per dieci anni. Malgrado fossero soverchiati dal numero, la gente di Troia era abilissima nel difendere la propria città, e questo impediva ai Greci di conquistarla. Ad un certo punto, l’esercito dei Greci dichiarò apertamente l’intenzione di interrompere l’assedio. Si imbarcarono sulle proprie navi e si diressero verso il mare aperto, lasciando in dono al popolo di Troia un grande cavallo di legno su ruote. Era stato dato come dono per simboleggiare la pace tra la Grecia e Troia. Il popolo di Troia ne fu entusiasta. Portarono il cavallo all’interno delle mura della città, come è noto. Quella notte, dopo che i cancelli erano stati chiusi e la gente di Troia si era addormentata, le armate Greche tornarono di nascosto a Troia. Venti soldati Greci, che si erano nascosti all’interno del cavallo, scesero da esso e, sopraffatte le guardie, aprirono i cancelli, permettendo all’esercito Greco di irrompere in città. Troia venne distrutta quella notte.

I Romani andarono ancora oltre rispetto ai Greci. Vennero combattute tre guerre, dette “Guerre Puniche”, tra Roma e Cartagine. Dopo la seconda guerra, i Cartaginesi si recarono a Roma per chiedere la pace. Roma espresse la propria sfiducia nei confronti di Cartagine, e chiese a quest’ultima di smantellare il suo esercito, come segno di buona volontà. “Dopo tutto”, dissero, “se volete la pace perché avete un esercito?” Cartagine acconsentì, e smantellò il proprio esercito. Allora Roma chiese un tributo in grano e oro, come ulteriore segno della buona volontà di Cartagine. Cartagine acconsentì, e consegnò a Roma il tributo richiesto. Roma rispose affermando che il tributo, in realtà, non era poi un gran sacrificio per una città ricca come Cartagine, quindi richiese degli ostaggi – figli e figlie delle famiglie a capo di Cartagine. Se Cartagine non avesse attaccato, gli ostaggi sarebbero stati trattati bene. Le famiglie nobili di Cartagine, quindi, inviarono i propri figli e le proprie figlie a Roma, come ostaggi.

Roma allora espresse ulteriore disprezzo nei confronti dei Cartaginesi, affermando che, dato che Cartagine era una grande potenza economica, si sarebbe potuta riarmare con grande facilità. Roma, pertanto, pretese che Cartagine, che si trovava sulla costa, si spostasse di venti miglia all’interno della terraferma. Ovviamente, essendo il mare alla base dell’economia Cartaginese, questa richiesta fu respinta in quanto avrebbe causato la fine economica della città.

Roma, a quel punto, uccise gli ostaggi e distrusse Cartagine, che non aveva più un esercito. E’ fuor di dubbio il fatto che Roma abbia pagato e sfamato i suoi soldati proprio con l’oro e col grano ottenuti da Cartagine. Questa fu la terza ed ultima guerra punica.

Queste lezioni di storia dovrebbero suggerirci qualcosa riguardo a quanto sta accadendo negli Stati Uniti al giorno d’oggi? Pensateci. Nei trattati che gli Stati Uniti hanno stipulato con la Russia negli ultimi 15 anni, sono stati donati alla Russia più di 50 miliardi di dollari come “aiuti economici”. E che dire del disarmo? Molti dei miliardi di dollari che gli Stati Uniti spendono in ambito militare vengono in realtà usati per il disarmo, come compimento dei trattati con la Russia, mentre i Russi utilizzano i miliardi di dollari consegnati loro dagli Stati Uniti per il proprio riarmamento.

Inoltre, il governo degli Stati Uniti sta operando in base a un principio, che è stato sviluppato insieme alla Russia, denominato MAD (Mutually Assured Destruction - Distruzione Reciproca Assicurata). Secondo questo principio, dato che entrambe le due super potenze, Stati Uniti e Russia, hanno la capacità di distruggersi a vicenda, ciascuna di esse ha acconsentito a non difendere la propria popolazione civile da un attacco nucleare. La dottrina MAD serve come deterrente per un attacco missilistico nucleare immotivato, dato che assicura la distruzione di entrambe le nazioni. Gli Stati Uniti hanno portato fino in fondo questo accordo, e non hanno difese per i civili in caso di attacco nucleare. La Russia, invece, ha sviluppato una difesa civile che protegge circa il 70% della propria popolazione.

Inoltre, in accordo con il trattato INF firmato l’8 dicembre 1987 dal Presidente Reagan e dal Segretario Generale dell’Unione Sovietica Gorbachev, i missili statunitensi Cruise e Pershing sono stati rimossi dall’Europa. Da allora, la Russia è stata protetta dalla minaccia di un attacco missilistico nucleare americano. Precedentemente, l’intera popolazione sovietica era a rischio per via dell’accuratezza e della capacità di questi missili dislocati in Europa di penetrare all’interno dei rifugi antiatomici. Ma una volta smantellati e rimossi dall’Europa tali missili, e vistasi ridotta la loro capacità operativa di ben 1500 miglia dal precedente dislocamento, hanno perso praticamente tutta la loro utilità strategica.

Le forze armate Russe

Nel 2002 l’affondamento del sottomarino Russo Kurski con i suoi 118 marinai a bordo è finito sulle prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Le marine Britanniche e Norvegesi si erano offerte di salvare l’equipaggio, ma la Russia rifiutò l’aiuto. Perché la Russia rifiutò un aiuto che avrebbe permesso ai 118 membri dell’equipaggio di salvarsi? La Russia non voleva che qualcuno vedesse cosa c’era a bordo del Kursk. Il sottomarino conteneva il missile Topol, che può viaggiare sei volte più veloce di qualsiasi siluro Americano, e quattro volte più veloce di quelli a disposizione dei Britannici. Sott’acqua viaggia più veloce del suono, il che vuol dire che impatterà sul proprio bersaglio prima ancora che il sonar abbia captato il suo lancio. Non c’è difesa contro quest’arma. (Vedi "The Kursk Sinking – Russia’s Super Torpedo, a New Threat from China" – L’affondamento del Kursk, il super siluro della Russia, una nuova minaccia dalla Cina.)

A metà febbraio del 2004, la Russia ha condotto la sua più vasta operazione militare simulata degli ultimi 22 anni. L’obiettivo dichiarato degli attacchi simulati durante queste manovre d’addestramento erano gli Stati Uniti d’America. Durante le esercitazioni, la Russia ha testato nuovi missili che, secondo gli ufficiali, sono impossibili da intercettare, persino da un sistema anti-missilistico di ultima generazione.1

Un altro esempio dell’efficacia militare Russa è il nuovo sottomarino Russo, Oscar II, che è più lungo di un campo da calcio e porta con sé 20 testate nucleari. Un sottomarino, da solo, è capace di distruggere la metà degli Stati Uniti. Uno di questi sottomarini è rimasto sott’acqua, occultato completamente, per 30 giorni, presso Puget Sound, a largo della Costa Occidentale dello Stato di Washington. (Vedi “"Russia Heightens Nuclear Threat " – “La Russia aumenta la minaccia nucleare”.)

La Russia, seguendo la strategia di Sun-Tzu che consiste nel far percepire al nemico la propria debolezza mentre in realtà si è assai forti, ci vuol far credere di non essere più una minaccia. Per molti anni la Russia ha ingannato il mondo facendogli credere di avere un esercito ormai in misere condizioni, che non rappresenta più una minaccia per l’Occidente. Come evidenziò Golitsyn, fanno finta di essere deboli perché vogliono che gli Stati Uniti e l’Occidente abbassino la guardia. Ora come ora, Gli Stati Uniti non vincerebbero una guerra con la Russia, e questo è ben noto ai militari Americani e a quelli Russi.

In un’intervista al Professor William Thomas Walsh (Vedi “Le dichiarazioni di Suor Lucia al Professor Walsh”) del 15 luglio 1946, Suor Lucia disse che il Comunismo avrebbe conquistato il mondo intero, inclusi gli Stati Uniti d’America. L’ex Segretario Generale del Partito Comunista Americano, Gus Hall, disse che, negli anni ’90, le iscrizioni al Partito negli Stati Uniti avevano raggiunto il livello più alto che mai prima di allora, nella sua storia. (Vedi “The Great Soviet Deception" – “Il Grande Inganno Sovietico”, e "Mesmerized by the Bear: The Great Soviet Deception, Part II" – “Ipnotizzati dall’Orso: il grande inganno Sovietico, Parte II.). Ciò nonostante, malgrado le prove schiaccianti che dimostrano il contrario, i media Americani continuano a dipingere gli Stati Uniti come l’unica superpotenza attualmente esistente al mondo, e il primo baluardo e promotore della democrazia mondiale.

Per questo motivo è molto importante capire che le notizie e le informazioni che riceviamo sono estremamente tendenziose, e molto spesso anche distorte. Ma il Messaggio che la Madonna ci ha dato a Fatima rimane chiaro ed immutato. E’ per questo che dobbiamo sempre tenere bene a mente il Messaggio della Madonna quando cerchiamo di comprendere ed interpretare gli eventi che accadono nel mondo ai giorni nostri.



Articoli Collegati:


Note:

  1. Vedi "Russia’s New Hypersonic Missiles Act Like a ‘Swarm of Bees’" (I Nuovi Missili Ipersonici Russi agiscono come uno “Sciame di api”), Bernadette Vesco, Catholic Family News, Maggio 2004, Vol. 11, Num. 5., pag. 1.