1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

 

From Father's Desk

    Lettera del Padre Ottobre 2009,
    Che Santo eccezionale che è stato San Pio
    da Pietrelcina!

    G.M.G.

    "Bisogna essere forti per diventare grandi: ecco il nostro dovere. La vita è una lotta dalla quale non possiamo ritrarci, ma che dobbiamo vincere."

    ...San Pio da Pietrelcina


    Cara/o fedele della Madonna di Fatima,

    Che Santo eccezionale che è stato San Pio da Pietrelcina! Non riesco a non pensare a quel magnifico giorno in cui fu canonizzato a Roma.

    Di tutto il periodo della mia vita trascorso a Roma, non riesco a ricordare un singolo giorno in cui l'atmosfera fosse più carica di tale gioia e tali festeggiamenti.

    Non ci sono parole per descrivere l'esperienza di stare assieme a centinaia di migliaia di persone, tutte riunite a Piazza San Pietro per onorare la memoria e la vita di uno dei santi più recenti della Chiesa.

    Mi permetta di dirle che fu un esperienza ricca di commozione e di umiltà.

    Mentre ero inginocchiato in preghiera, pensavo a quei giorni ormai lontani quando, da giovanotto, passai sei mesi a San Giovanni Rotondo incontrando Padre Pio quasi ogni giorno. Vissi il privilegio di essere presente al suo funerale - ed ai giorni di preghiera e di preparazione ad esso - ed anche al 50° anniversario della comparsa delle sue stigmate visibili.

    Anche se si è detto e scritto così tanto sul suo conto, non vi sono parole o immagini che possano esprimere a sufficienza la forza penetrante della sua santità o quella squisita della sua pietà!

    Quel che le posso dire, è che averlo conosciuto personalmente fu un onore ed una rivelazione. Per un giovanotto che stava per entrare in seminario, Padre Pio rappresentava davvero il più alto ideale al quale ogni sacerdote potesse e dovesse aspirare.

    Per milioni di noi che sono rimasti fedeli alla Fede ed alle nostre tradizioni, la sua canonizzazione è la risposta a molte preghiere. Ed è anche una sonante vittoria su coloro che vorrebbero "modernizzare" e "riformare" la Chiesa praticamente fino alla sua scomparsa.

    Stando a pochi passi dal Vaticano, come potrei dimenticare che Padre Pio è stato anch'egli perseguitato terribilmente ed implacabilmente da nemici interni alla burocrazia della Chiesa?

    Sembra quasi incredibile a dirsi adesso, ma il nostro santo fu soggetto ad investigazione da parte di funzionari della Chiesa in almeno una decina di occasioni; gli venne impedito di celebrare la Messa pubblicamente e persino di ascoltare le confessioni; venne minacciato di scomunica, e ancor peggio!

    Ma quali erano esattamente i "crimini" di Padre Pio?

    Per i burocrati liberali, questi crimini erano i PEGGIORI possibili: amare Dio, onorare la Sua Madre Benedetta, mantenere salda la nostra sacra eredità, parlare pubblicamente dei grandi ed eterni valori della nostra Santa Fede...

    Ah, e ovviamente, potrei forse dimenticare il peggiore tra tutti questi "crimini" imperdonabili? Parlare apertamente, chiaramente e con amore della Madonna di Fatima e del Messaggio di speranza che Ella ha consegnato al mondo.

    Il Miracolo di Fatima di Padre Pio

    Nel 1959 Padre Pio si ammalò gravemente. I luminari della medicina erano confusi riguardo alla natura della sua malattia e vi era una profonda e crescente preoccupazione che potesse morire da un momento all'altro.

    Accadde dunque che, in quello stesso anno, una Statua Pellegrina della Madonna di Fatima (assai simile alla nostra) che veniva portata e mostrata in tutta Italia, giunse in elicottero a San Giovanni Rotondo, dove viveva Padre Pio.

    Durante la visita della Madonna, Padre Pio pregò assai intensamente per la propria guarigione dalla terribile malattia che lo stava attanagliando. Ma anche nel momento in cui la Statua Pellegrina stava ormai lasciando la città, egli era ancora troppo malato per poter partecipare alla cerimonia di addio.

    Stando di fronte alla finestra, Padre Pio vide l'elicottero alzarsi in volo e ad alta voce rivolse queste parole alla Madonna: "Madonna, Mamma mia, sei entrata in Italia e mi sono ammalato; ora Te ne vai e mi lasci ancora malato."

    In quel preciso istante il pilota dell'elicottero - e questa testimonianza proviene dal pilota in persona – fece girare l'apparecchio sopra il convento di Padre Pio non una, non due, ma TRE VOLTE, senza saper poi spiegare il perché.

    E in pochi secondi, letteralmente, mentre guardava questa scena dalla sua finestra, Padre Pio sentì una nuova profonda energia scaturirgli da dentro, e la malattia che lo aveva tormentato, devastandogli il corpo, fu rimossa da lui con la stessa leggerezza con cui l'elicottero stava volando in cerchio sù nel cielo.

    Per il resto della sua lunga vita, Padre Pio non dimenticò mai il miracolo che la Madonna di Fatima gli aveva concesso. Ne parlò molte volte e, dopo qualche tempo, fece porre una statua della Madonna nella sacrestia, nel luogo stesso in cui egli ogni giorno si vestiva per la Messa.

    L'immagine di Ella fu di ispirazione quotidiana per Padre Pio, così come le parole della Madonna divennero sua forza costante e nutrimento spirituale. Beata sia la Santa Madre di Dio! Beato sia il Suo Santo Nome!

    Il Patrono dei Fedeli Perseguitati

    Che ai burocrati ed ai modernisti piaccia o meno, Padre Pio viene visto da milioni di Cattolici come il patrono di coloro che, malgrado tutto, rimangono saldi e fedeli alla nostra Santa Fede.

    Come sapete, vi sono ancora innumerevoli martiri tra coloro di noi che soffrono (e persino muoiono) difendendo le verità e le tradizioni della Fede Cattolica. Alcuni, in zone del mondo come la Cina o i paesi Islamici, hanno dato tutto per il loro amore verso Dio e Sua Madre.

    Ma anche qui in Italia, vi sono molti a cui viene chiesto di portare la croce nel nome di Gesù e Maria.

    Lei ed io abbiamo entrambi sentito storie di sacerdoti perseguitati per "peccati" quali essersi opposti a Messe celebrate a ritmo di rock'n'roll o alla dissacrazione del Santissimo Sacramento, oppure per "aver osato" officiare la Santa Messa in Latino...

    Abbiamo letto le storie di laici ignorati, ridicolizzati o persino espulsi dalle proprie parrocchie per essersi opposti a sacerdoti pervertiti o per aver parlato contro la distruzione sistematica delle loro chiese locali.

    Per costoro, e per noi stessi, la fede e la pietà ferme di San Pio sono un raggio di luce, che ci indirizza all'essere forti ed uniti nella lotta per salvare e difendere la nostra Fede dai suoi nemici!

    E credetemi, non è per coincidenza o per mero caso che la Provvidenza dell'Onnipotente abbia scelto questo momento nella storia umana per esaltare l'umile e sincero frate di San Giovanni Rotondo.

    Un Santo per i Nostri Tempi

    In questo periodo di crisi estrema, in cui il mondo è assediato dalla guerra, dal terrorismo, dal caos economico e dalla corruzione, ed in cui la Chiesa è sconvolta da scandali e paralisi, San Pio è al tempo stesso il nostro nuovo migliore esempio da seguire e la nostra speranza.

    Il suo coraggio, la sua fede, la sua pietà, e specialmente il suo amore per la Madonna, sono le armi più forti ed importanti che possediamo per proteggere noi stessi, le nostre famiglie e la Santa Fede Cattolica che professiamo!

    Ecco perché insisto affinché, in questi tempi oscuri e pericolosi, lei si rivolga in preghiera a San Pio da Pietrelcina, chiedendogli che le conceda la forza spirituale per proteggere ed assistere se stesso ed i suoi cari.

    Ma le voglio anche chiedere di fare qualcosa in più per onorare la memoria di San Pio ed il suo esempio...

    Il Nostro Tributo a San Pio

    Come lei saprà, la grande opera della vita di San Pio è stata la costruzione di un ospedale a San Giovanni Rotondo. È un tributo al suo fermo credo nel potere salvifico della preghiera e della carità.

    Quando abitavo a San Giovanni Rotondo, pregavo affinché potessimo trovare un modo per poter onorare San Pio. Affinché potessimo creare un nostro tributo per onorare la vita che egli aveva dedicato così totalmente a Dio ed alla Madonna.

    E dopo qualche eriflessione, mi venne in mente...

    Perché non portare la stessa forza e la stessa misericordia guaritrice della Madonna di Fatima e di San Pio a migliaia di altri ospedali e cliniche in tutta Italia?

    Perché non dare a decine di migliaia di malati e sofferenti lo stesso meraviglioso spirito di guarigione e di speranza che ora possono trovare solo i pochi presso l'ospedale di San Giovanni Rotondo?

    Scriveteci e richiedete la bellissima immagine Sacra che ritrae Nostra Signora di Fatima e il suo servitore fedele, San Padre Pio. Sul retro troverete una efficace novena che San Padre Pio soleva recitare ogni dì, associata a molti suoi miracoli di grazie e guarigione.

    Con il suo aiuto, possiamo portare questo meraviglioso santino nelle mani di decine di migliaia di pazienti negli ospedali e nelle cliniche di tutta Italia.

    Pensi a quanta nuova speranza e quanto incoraggiamento può portare un santino come questo a chi soffre di tumore o di malattie cardiache. Immagini cosa significherebbe per un bimbo che giace ammalato e spaventato in ospedale.

    Non riesco a pensare a qualcosa che San Pio avrebbe voluto di più che condividere una piccola goccia della sua fede e del suo amore per la Madonna con ciascuna ed ognuna di queste povere anime sofferenti.

    Il Nostro Tributo a San Pio

    Sì, questi santini sono una piccola cosa, ma quanto possono essere efficaci se vengono combinati alla fede della gente come lei e me!

    Con tutto il mio cuore, sto pregando affinché lei ci aiuti nel portare migliaia di questi nuovi santini negli ospedali e nelle cliniche di tutta Italia.

    E spero sinceramente che lei considererà questa sua offerta come un dono personale a San Pio, come un modo di dirgli "grazie" per la sua vita santa e per tutti i sacrifici e le sofferenze che ha patito.

    La sua vita è stata davvero un dono per tutti noi. Spero che lei manterrà questo santino vicino a sé in ogni occasione, chiedendo a San Pio di pregare per lei stesso e per i suoi cari. Lo riponga nella sua Bibbia o nel suo libro di preghiere, oppure lo tenga sul suo comodino, come faccio io.

    In questo momento di difficoltà economiche, ogni tipo di offerta è veramente importante e necessaria, specialmente quando abbiamo nuovi progetti come questo.

    La prego, consideri la possibilità di effettuare una donazione il più generosa possibile per aiutarci a portare il potere curativo della Madonna e di San Pio a migliaia e migliaia di anime.

    La prego di rispondere a questo appello il prima possibile.

             Suo in Gesù, Maria e Giuseppe,

    Padre Nicholas Gruner


    P.S. Sono recentemente riuscito, con fortuna, ad ottenere alcune reliquie di Terza Classe di San Pio. Sono molto preziose e, non c'è bisogno di dirlo, sono anche dei sacramentali assai potenti. Come espressione della mia gratitudine, le invierò una di queste reliquie in ringraziamento per una donazione di qualsiasi cifra. (Faccia presente, tuttavia, che ne abbiamo una scorta limitata e quindi sarò in grado di spedirgliela solo fino a quando non saranno esaurite).

    P.P.S. La prego, risponda il prima possibile affinché le possa inviare, gratuitamente e senza alcun impegno, la nostra rivista della Madonna di Fatima, The Fatima Crusader – Edizione Italiana.