1. Fatima Portogallo

    fatimaTV
  2. Progetti Per Roma

    fatimaTV
  3. fatimaTV

    fatimaTV
  4. Padre Gruner risponde

  5. Social Network

Due Giornalisti Italiani aggrediti
da gendarmi del Vaticano alla conferenza di Bertone

26 settembre 2007: Fort Erie (Canada): Due giornalisti italiani, le cui ricerche li hanno condotti a ritenere che il Terzo Segreto di Fatima non sia ancora stato rivelato interamente, sono stati aggrediti fisicamente durante un recente incontro organizzato dal Cardinale Bertone, Segretario di Stato del Vaticano, per promuovere il proprio libro L’Ultima Veggente di Fatima.

Il famoso scrittore Antonio Socci, autore del libro Il Quarto Segreto di Fatima, ed il dott. Solideo Paolini, autore dei libri Fatima: non disprezzate le profezia e Una risposta significativa,1 erano entrambi presenti alla conferenza stampa del 21 settembre, svoltasi presso la Pontificia Università Urbaniana a Roma, a cui hanno preso parte vari dignitari del governo, banchieri, prelati Vaticani e membri della stampa.

Poiché Socci è un ben noto giornalista ed una celebrità televisiva, il suo libro ha destato un certo scalpore in Italia e nel mondo. L’Ultima Veggente di Fatima è stato scritto dal Cardinal Bertone proprio nel tentativo – vano e decisamente fallito – di confutare la tesi principale contenuta nel libro di Socci. Oltre a tanti elementi che inducono a pensare che il Terzo Segreto non sia stato interamente rivelato, il libro di Socci, infatti, contiene la testimonianza dell’Arcivescovo Capovilla, segretario personale di Papa Giovanni XXIII, il quale aveva ammesso a Solideo Paolini l’esistenza di due testi del Terzo Segreto.

Poco prima dell’inizio dell’evento, all’interno dell’aula Magna dell’Università, Socci ha chiesto a Padre Federico Lombardi, Direttore dell’Ufficio Stampa Vaticano, il permesso di parlare con il Cardinale Bertone. Padre Lombardi ha rifiutato decisamente, insistendo sul fatto che il Cardinale non avrebbe risposto ad alcuna domanda. Socci e Paolini si sono quindi recati all’entrata dell’Aula Magna, nella speranza di parlare al Cardinale al momento del suo arrivo. Alla vista di Socci, pur di evitare qualsiasi domanda da parte del giornalista, il Cardinale Bertone si è affrettato ad entrare attraverso una porta di servizio.

I giornalisti presenti hanno cominciato ad intervistare Socci su ciò che era appena avvenuto. In quel momento, il servizio d’ordine del Vaticano ha affrontato Socci, intimandogli di non parlare con i giornalisti e ordinando a lui e a Paolini di lasciare immediatamente l’università. Alla risposta di Socci, che aveva provato a spiegare loro di essere semplicemente un giornalista che aveva tutto il diritto di stare lì, il servizio d’ordine ha cominciato a spintonare lui e Paolini in malo modo.

“È una cosa indegna” - ha riportato il Corriere della Sera, citando le parole di Socci – “Volevo solo fare una domanda di un minuto e ricevere una risposta secca, sì o no. Ma il cardinal Bertone, avvertito della mia presenza, è uscito da una porta di servizio entrando direttamente nella sala della presentazione. Uno stratagemma che ha fatto ridere tutti i presenti.”

“Successivamente”, continua Socci, “tre gendarmi vaticani mi hanno spinto fuori dal locale dicendo che non potevo fare interviste. Una scena ridicola che ha lasciato allibiti i colleghi presenti e mi ha messo in crisi, visto che sono uno strenuo difensore del Vaticano”.

Solideo Paolini, che si trovava li con Socci, ha anch’egli subito lo stesso, brutale trattamento da parte dei gendarmi vaticani, i quali gli hanno letteralmente strappato il cellulare dalle mani, ferendogli una mano nel tentativo.

Il Dott. Paolini, che si trovava lì con Socci, ha anch’egli subìto lo stesso, brutale trattamento da parte dei gendarmi vaticani, i quali gli hanno letteralmente sequestrato il cellulare, ferendolo nel mentre ad una mano.

Il quotidiano italiano Il Giornale ha così riportato: “Ai cronisti, Socci ha presentato una registrazione con la voce dello stesso Capovilla, che il 21 giugno 2007 avrebbe detto: «Oltre alle quattro paginette c’era anche qualcos’altro, un allegato, sì». Parole che avvalorerebbero la tesi dell’esistenza di un secondo foglio con l’interpretazione del Segreto.”

Il direttore del Catholic Family News, John Vennari, ha affermato: “La fuga di Bertone dinanzi a Socci e Paolini, il suo rifiuto di rispondere a domande oneste e la brutale aggressione ricevuta da questi due giornalisti da parte dei gendarmi del Vaticano, non possono far altro che aumentare la convinzione che Bertone abbia realmente qualcosa da nascondere, riguardo al Terzo Segreto e alla sua pubblicazione integrale.”

Per ulteriori informazioni su questo argomento assai importante e controverso, incluso un ragionamento sui probabili motivi dietro all’aggressione subita dal Dott. Socci e dal Dott. Paolini ad opera del Vaticano, e come tutto questo si colleghi al delicato problema relativo al Terzo Segreto di Fatima, consulta il rapporto speciale: “I tentativi del Cardinal Bertone di occultare il Terzo Segreto continuano a fallire”.

Nota:

  1. Disamina del libro su Fatima del Card. Bertone, con relativo seguito: le incongruenze della tesi ufficiale (Edizioni SGM Multimedia, Via Aldo Moro 10 Staffolo (AN) Tel 0731.779846 — email info@sgmmultimedia.it).



Dal:The Fatima Center, 452 Kraft Road, Fort Erie, Ontario, L2A 4M7, Canada
Contatto: Coralie Graham
Orario d’ufficio: +1 905-871-7720
After hours: ext. 103
Fax: +1 905-871-5274
Email: fatimapress@thefatimacenter.com
Website: www.fatima.org/it

In Italia: Associazione Madonna di Fatima O.n.l.u.s. Piazza Risorgimento 14, Scala B int.9, 00192 Roma
Tel. 06 39735296 Fax 06 39729676
Email: info@fatima.it